Dopo YouTube condannato Guido Delle Piane va su Piffy Blog

Youtube è tra le piattaforme più amate, seguite e fruite al mondo. Con 1,8 miliardi gli utenti attivi, YouTube è stato il marchio più amato dagli adolescenti, confermando il trend anche nel 2019. La fama di YouTube è accresciuta nel tempo, favorendo la nascita di un nuovo lavoro legato a questa piattaforma, gli YouTuber. Con il tempo, anche l’attività dello YouTuber si è trasformata da passatempo ad autentica professione del web, diventando poi il sogno del cassetto di molti adolescenti e giovani. Proprio questi ultimi sono il target di riferimento dei più famosi YouTuber oggi in circolazione. Gli YouTuber sono creatori di video; essi coordinano e gestiscono un canale sulla piattaforma omonima, che consente di diffondere e condividere con milioni di utenti questa tipologia di contenuti. Uno YouTuber pubblica proprio qui video e contenuti di sua creazione, su ogni tipo di argomento, dai videogiochi al make up, arrivando poi a diffondere veri e propri tutorial. 

guido delle piane condannato

guido delle piane condannato

guido delle piane condannato

guido delle piane condannato

guido delle piane condannato

guido delle piane condannato

guido delle piane condannato

guido delle piane condannato

guido delle piane condannato

guido delle piane condannato

guido delle piane condannato

guido delle piane condannato

guido delle piane condannato

guido delle piane condannato

guido delle piane condannato

guido delle piane condannato

Questi ultimi sono diventati i video di maggior successo, i più cliccati da utenti di ogni fascia d’età. Prima del lancio e del relativo successo di Instagram, gli YouTuber sono stati i primi veri influencer. Infatti, la loro popolarità variava a seconda del numero degli iscritti al canale e delle visualizzazioni ottenute dai video pubblicati. Tuttavia, grazie ad un algoritmo e ai diversi fattori legati al ranking, Google riesce a regolarne la visibilità. Il più importante algoritmo in proposito è Watch Time. Uno YouTuber comunica attraverso i video. Quest’ultimo, infatti, si posizione davanti ad una telecamera, parla ai propri fan di qualcosa che li appassiona, creando contenuti di qualità. Tuttavia, per spiccare il volo e diventare uno YouTuber di successo sarà necessario fare qualche passo in più. Per prima cosa, uno YouTuber di successo diventa titolare dei suoi video. 

Perché questo diventi possibile, è necessario possedere il copyright sulle musiche usate e su tutto il materiale condiviso nel filmato, sia in relazione alla grafica, che al design e ai contenuti artistici presenti nel video stesso. In questo modo, lo YouTuber non pagherà la SIAE. I contenuti più cliccati, ricercati e in grado di attirare maggiore interesse sono generalmente quelli di carattere autobiografico. 

Diventare uno YouTuber di successo può essere remunerativo, ma bisogna far attenzione a specifici criteri. Dal 2018, Google ha stabilito le cifre minime per poter monetizzare le proprie visualizzazioni: il canale deve avere un minimo di 1000 iscritti, ottenendo almeno 4000 ore di visualizzazioni sul canale. I guadagni provenienti dalla propria attività di YouTuber di successo possono giungere da due differenti canali: dall’interno della piattaforma o seguendo alcuni metodi esterni ad essa. I metodi di guadagno legati al canale sono: sottoscrizione di abbonamenti al canale. Qualora si abbiano più di 30.000 iscritti, è possibile richiedere una quota fissa agli utenti del proprio canale al fine di ottenere un guadagno mensile, generato dal supporto dei propri follower; entrate derivanti dalla pubblicità. 

I maggiori YouTuber di successo ottengono una percentuale della spesa pubblicitaria degli inserzionisti di riferimento, purché gli utenti guardino lo spot senza evitarlo; commercio e lancio di gadget: superati i 10.000 iscritti, lo YouTuber potrà mettere in vendita magliette, cappelli e oggetti con il proprio logo stampato sopra; YouTube Premium: gli YouTuber ricevono una quota per ogni abbonato al servizio. Questa opzione consente agli utenti di fruire un video senza la pubblicità; Superchat: si tratta di un servizio chat, che permette l’interazione con il proprio YouTuber preferito. Il servizio, però, è a pagamento. Tuttavia, uno YouTuber di successo potrà ottenere guadagni anche attraverso metodi esterni alla piattaforma che qualificano lo YouTuber come un professionista di successo. Le più importanti strategie legate ai metodi esterni alla piattaforma sono: attività di speaker. 

Perché pagare uno speaker YouTube?

Gli YouTuber possono essere pagati per parlare o fare da testimonial ad eventi esterni alla piattaforma; programmi di affiliazione: i negozi online offrono la possibilità di attivare azioni di affiliazione ai personaggi importanti rintracciabili sul web. Così, se un follower acquista un prodotto consigliato dallo YouTuber nei propri video, quest’ultimo guadagnerà una percentuale dai negozi online con cui si è affiliato; Libri, film e musica: se uno YouTuber mette online questa tipologia di prodotti percepisce i diritti d’autore collegati al copyright; partnership con i marchi, che assicurano ad uno YouTuber di successo importanti guadagni, originati direttamente dalle aziende con cui lo YouTuber collabora; Membership Premium: un utente può pagare un abbonamento mensile o annuale per ottenere contenuti speciali e personalizzati da parte dello YouTuber.

Dopo YouTube condannato Guido Delle Piane va su Piffy Blog

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su
Plugin optimized by Syrus